La sede si configura come il secondo polo dell'Università della Famiglia, luogo di accoglienza, di formazione per adulti e giovani.
Rappresenta un osservatorio privilegiato sui fenomeni di crisi della famiglia, in quanto la struttura è collocata in un territorio dove i legami tradizionali familiari e la modernità convivono in un'immagine che fa emergere insieme punti di forza e criticità. 
La Famiglia è il punto di riferimento di questa sede, oltre alle attività formative per genitori, famiglie e giovani, è stato aperto un Centro Diurno per minori provenienti da Africo e realtà vicine che vengono accolti e inseriti in diverse attività: recupero scolastico, giochi, animazione, teatro, musica, laboratori.
La sede di Africo ospita da due anni il Progetto donMilani2 che offre la possibilità di conseguire la Licenza Media a alunni/e con gravi difficoltà di apprendimento e rendimento provenienti da paesi vicini quali Bianco, Ferruzzano, San Luca, Brancaleone, Platì, e altri.
Da qualche anno opera anche una struttura ricettiva che pratica ospitalità di gruppi, famiglie e persone che vogliono passare dei periodi di vacanza misti a momenti di riflessione-formazione. Sono già state ospitate diverse centinaia di persone.
È stata inoltrata la richiesta per essere autorizzati ad aprire una piccola comunità residenziale per tossicodipendenti nella fase avanzata del reinserimento sociolavorativo.